PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Tempo

Gli uliveti ondeggiano al vento
e il soffio lieve
accarezza il mio volto.
Cammino sola
nella campagna bella
ed ecco accanto ad un rustico pozzo,
uno strano vecchio
avanza imponente:
sereno il suo sguardo
ma cadenzato il passo.
Dal suo sacco proviene
come gorgoglio di fonte.
Le foglie già scricchiolano
al suo passare lento:
è il signore della vita,
è il Tempo.
Conserva giovinezza eterna:
piccola bimba ti è stretta
nella mano grande.
La riconosco: indossa ancora
il mio azzurro vestitino
ed ha ancora la treccia sciolta.
Ansante corro verso di lei
e apro le mie braccia grandi,
svelta la sollevo in alto
e lei ride sazia di gioia,
il vecchio passa oltre
imperturbabile.
Sono io la bimba
e son rimasta tale
nonostante gli anni
e le fatiche tante.
La fanciullezza intatta
sottratta alla tirannia
del tempo
si espande ora
in note di eterno canto.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0