username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'addio

Luna sbiadita
nel cielo d’agosto
luna annerita
da lacrime e inchiostro
fata sorridente
riflessa sul ventre
del mare dormiente
…nei miei occhi tristi


Tra i riflessi seduto
gli sfioro la mano
…parte la nave
verso la nebbia

Cadon le mie lacrime
foglie d’estate
lei le vede cadere
ne sono sicuro
anche se a piangere
…era il mio cuore

…e nel denso silenzio
di parole tremanti
in un istante di vento
dagli occhi bagnati
lei è sparita
insieme alle stelle
con la risacca
…al di là del mare

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Aldo Occhipinti il 27/09/2008 16:45
    odiare la rima è odiare la poesia (per Selene)
  • Vincenzo Capitanucci il 13/07/2008 15:50
    Bellissima luna... nuova in lacrime d'inchiostro... una fata... d'Amore... persa fra le nebbie... governi... ancora le maree del mio cuore...
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 01/06/2008 12:15
    ooo questa è davvero data di sentimento... Spettacolare come addio (per come lo hai descritto)
  • Cinzia Gargiulo il 13/04/2008 20:47
    Bellissima e triste... ma per favore non farti prendere dalla paura di amare che oggi sembra quasi contagiosa...
    Un abbraccio...
  • Maria Gioia Benacquista il 10/04/2008 09:02
    Parole intense, profonde e sature di dolore. Lasciano impresso nel cuore un piccolo senso di smarrimento e vuoto.
    Bellissima poesia dell'addio.
    Maria G.
  • Raju Kp il 09/04/2008 23:23
    molto bella e trieste
  • Giuseppina Liguori il 09/04/2008 21:44
    bellissima poesia, a volte gli attimi fuggenti sono quelli che ci faranno sempre pensare a se fosse quella nave non sarebbe partita... Beata lei

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0