accedi   |   crea nuovo account

La festa dei Numeri Uno a Pit agorà

Con l’ultima zampetta rimanente
Dalla posteriore procedura

Vorrei fare una fontana zampillo
Nel gran vuoto atrio di casa mia

Non so se il proprietario sarà d’accordo
Forse neanche i miei co-inquilini

Salvo sicuramente
da una vita sogna di sorgenti in fontane

Sarebbe una bel ricevimento  per gli Ospiti

Anzi non inviterò più Ospiti
finchè non avrò la mia fontana aperta

Li lascerò venire
Se trovano la Via

Se passano la Soglia


sono un bambino sempre un po’ ribelle e capriccioso
riccioso pesante pensante voluminoso

Sarà bello conoscersi subito nell’atrio

Chi rimarrà stupito istantaneo  oh
i bambini fanno sempre oh

Qualcuno con riserbo si laverà le mani

C’è Chi farà il bagno spogliandosi subito

Qualcuno sicuramente berrà avidamente l’acqua

Forse  qualcuno probabilmente  un greco farà Pi pì

Che importa

Misureremo sempre la purezza dell’acqua

E seguendo la scarpa di Peter Sellers
Troveremo la Via Holly wood

Passeremo nel salone ad un party

Dove fra mille risate

Impareremo la grammatica dell’universo

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Adamo Musella il 12/04/2008 11:57
    Poesia meravigliosa! come è romantica la figura del pi, così moderno e così attuale la sua in un mondo che dimentica troppo spesso i grandi valori. Molto, molto bravo!
  • Anonimo il 11/04/2008 12:09
    ... sara' l'incontro dei bambini poeti e delle bambine poetesse più universale possibile dove la fontana zampillera' per ciascuno di noi... e tutti in coro canteremo oh!!! di meraviglia. grazie vincap. nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0