PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’ACQUA E IL DESERTO (per Matteo)

Stremato e stordito,
Terminato l’abbattimento,
Intravedi la luce
Che hai sempre cercato
E in lei t’inoltri
Fino alla sua fonte…
Ma è nella tua natura
Guardare oltre,
Così
Mentre ti prepari
A lottare
Per nuove e scintillanti luci,
La prima è ormai una fiammella
Che a stento aiuta i tuoi occhi
A vedere
E il suo calore è già arso nel tuo…
Giovane penna,
Che corri e scorri
Tra una febbre e l’altra,
Un giorno e l’altro
E un’ora che divora l’altra
Non ti puoi fermare!

…Ma guarda,
Respira forte e ascolta,
Poiché nulla dovrà sfuggire,
Che il tuo giovane occhio può contenere
E le tue mani cingere con amore…
Cerca il fuoco che scaldi il tuo viso
Senza che bruci le tue labbra
E che ti faccia rimpiangere
Il ghiaccio
E la solitudine..
L’acqua e il deserto,
Elementi perennemente in lotta…
Il sopravvento è inevitabile
Ma lento, equilibrato…
Se solo la mano capisse in tempo
Il valore di una carezza,
Esiterebbe poco,
Anzi,
Saprebbe quanto sia d’oro
E raro il gesto semplice del dono…
Come abbracciare un cuscino
E dire
“ti voglio bene”
E tu lo dici
Ed io lo sento…
L’affinità filiale e dolce
Nel tuo pensiero e nel tuo sorriso,
Mi dona una striscia di terra
Dove coltivare il seme
E lasciare un’orma
Sul tuo cuore…
Come la tua
È sul mio!
E questa è la mia musica
Poiché
Quando camminerai da solo
E scriverai
E sarai uomo, sposo e padre,
Forse,
Distrattamente,
Un giorno,
A me
Penserai…

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Matteo Fam il 22/04/2008 22:51
    (non so se arriverò a pensarti fra cent'anni ma d sicuro se lo farò andro dinuovo a stringere il mio cuscino dicendo ti voglio mamma laura).
    La poesia è bellissima e molto difficile scriverti un commento ma ti giuro e tu lo sai che puoi credermi che mi sono messo quasi a piangere mi ha colpito molto. E poi il deserto e il mare sono i miei abitat io sono egiziano e di estate faccio il bagnino
  • laura cuppone il 12/04/2008 08:54
    dedica...
    forse un pensiero..
    accorato e affettuoso, per un ragazzo giovanissimo
    che ama scrivere invece di giocare alla play..
    ogni tanto pernde la penna e lascia
    le sue emozioni sul foglio..
    e non si sente ispirato ultimamente...
    dai Matteo... scrivi!!!
    grazie Vinci...
    arrivare, raggiungere qualcuno é grande conquista...
    ma restare dentro qualcuno é immortalità...

    ciao Laura
  • laura cuppone il 12/04/2008 08:50
    grazie augusto..

    spero piaccia a Matteo... e che più che leggerla la... ascolti... dentro
    un abbraccio
    Laura
  • augusto villa il 12/04/2008 02:46
    Mammamia Laura,...è veramente bella!!!... dolcissima lettera... Emoziona!!!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0