accedi   |   crea nuovo account

SUMMERTIME

tua
la pace
lo scroscio dei venti
tra i rami più alti e le faggete

tua
la gioia
tappeto di corpi e di elegie
libertà inconfutabile
foglie friabili custodite tra le pagine del crepuscolo

vedere ciò che vedi
sentire ciò che senti
amare ciò che ami

con la pelle attaccata addosso
alla mia estate

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 01/05/2008 19:10
    L'immergersi estremo nella propria donna come nella natura, il farsi l'uno l'altra: effetti incontrastabili di un amore completo, intenso, totale.. E quell' "essere attaccati"( probabilmente dall' "afa collante" tipicamente estiva) , mano nella mano, pelle nella pelle, ne è l'ennessima conferma... Poesia travolgente, Francesco. Complimenti.
  • Anonimo il 13/04/2008 23:14
    Complimenti, molto bella...
    Delicata e sensuale...
    Leggerò anche le altre...
    Ciao
    Angelica
  • Adamo Musella il 12/04/2008 22:13
    Le tue parole sono come la stagione che descrivi e vivono nelle nostre speranze quotidiane. Bravo
  • laura cuppone il 12/04/2008 13:15
    mamma mia che bella anche questa...
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0