accedi   |   crea nuovo account

Impronte di Memorie

Ti ho lanciato
Amore
la mia fune disperata
sospesa
tra cielo e terra,
ma ho visto
solo insetti
spiegare
le loro ali insolenti
contro i vetri,
ragni
oscillare
mani invisibili
sui loro sottili fili d'argento,
e navi
con vele di farfalle
salpare
verso lidi tranquilli,
dove marinaio
tra marinai,
mi aggiro
tra moli silenziosi
e rossi tramonti
che mi vietano
domande inutili.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 13/05/2011 10:19
    la trovo bellissima
  • terry Deleo il 15/04/2008 22:38
    Marinaio delle stelle con la tua nave vai verso cieli infiniti d'Amore...
  • Simone M. il 13/04/2008 18:31
    Mi dà come una sensazione di attesa per l'Amore... Poesia molto bella, complimenti.

    Simone
  • Giovanni Cuppari il 12/04/2008 19:18
    Grazie a Charlotte, Katie e Ugo per i loro commenti. Gio'
  • Ugo Mastrogiovanni il 12/04/2008 18:36
    Una palpitante attesa costellata di immagini affascinanti, mentre il verso si aggrappa a vivificare quella fune che sembra senza fine, ma solo il poeta sa dove inizia e dove finisce.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0