PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Coabitazioni strangolanti al Poeta

Di solito mi spaventa
Incontrare un Poeta

Fuori dalle sue poesie

Dove prima volava
Lo vedo strisciare

C’è un mare fra l’onda ed il verso

la barca della sua mente

affonda nelle acque grigie
del quotidiano morire

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 13/04/2008 20:11
    Mi ricorda molto "L' Albatro di Boudelaire": il poeta che, spesso non capito e non compreso, viene addirittura deriso allorquando lo si incontra fuori dal suo mondo, dal suo cielo, "dalle sue poesie", "dai suoi versi".. Molto bello il tema, trattato con la solita maestria.
  • Anna G. Mormina il 13/04/2008 14:22
    ... tutti siamo poeti e nessuno lo è...
    ... molto bella la poesia!
    ... complimenti!
  • suzana Kuqi il 13/04/2008 12:24
    bellissima!
  • giuliano paolini il 13/04/2008 10:59
    finalmente ci siamo centro perfetto! con la sicurezza che il tiro successivo potra' essere una sonora fetecchia, qua sta la grandezza. benvenuto nel club
  • Anonimo il 13/04/2008 10:03
    Questa mi piace...
    Chi è un poeta fuori dalla poesia?
    Una persona come tante, che striscia nella pesantezza della quotidianetà... inciampando senza cadere...
    Un abbraccio Vincenzo
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0