accedi   |   crea nuovo account

Alla porta dell'anima

È in questa confusione
di note musicali e pugni nello stomaco
che mi perdo e sono
infelicemente solo tra la folla.
Il contrabbasso vibra
come il pennello dipinge
nell'aria di un cielo terso:
non ho bisogno di mangiare
nè di bere in questo deserto;
c'è una voce che chiama
nello squarcio della sera
al primo sussurro primaverile.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0