PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo Consiglio

Padre ca tanto me somigli
Non lesinare ottimi consigli
Rendi più sicura la me via
Dammi delle leggi a governar la mia.

<< Osservo senza alcuna maraviglia
quant’è comoda la vita a cui s’appiglia
e mentre u so lamento mi si scaglia
un dubbio ne la mente s’attanaglia:
- ma quando mai sto me figlio
ha chiesto o fatto lo “consiglio!”
Arduo intervenire, figliolo mio,
se adultera s’è fatta la to mente
passiva egoista e indifferente!>>

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • augusto villa il 18/06/2008 16:25
    Carinissima... e vera!...(mammamiaaaaa)... ahahah... Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0