PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Evoluzione

Crolla!
mondo d'informi distrazioni
e morte fedi putrefatte
che paion vive pel brulicar
di vermi e mosche
a succiar gli ultimi umori
dei loro cadaveri contorti

Crolla!
Sistema di uomini chiamati numeri
esponenti di un equazione nulla,
fratelli nell'inneffabile piacere
d'ingoiare feti morti
travestiti da caviale

Crolla!
mucchio di pietre instabili
poste da mani esperte
a mantener precario
l'equilibrio ad ogni frana

Crolla!
piramide imponente
dimora d'anime di solitudine
baluardo di negazione
che privi gli altri della vita
costretti a reggere il tuo peso,
che gli schiavi s'addentrino
nelle tue viscere e con dinamite
facciano esplodere la tomba di tesori che conservi
Noi non li vogliamo!
li fonderemo per farne zavorra
ed abissarli nelle profondita' del mare,
che un giorno inghiottiti dalla terra
tornino lava primordiale

Muori!
idolo di tenebra
che dal dolore il tuo volto si sfiguri
e digrignando i denti ti si spezzino,
il tuo cuore sara' trafitto dalla sacra lancia di longino
arma che usasti da vigliacco
su chi ti compativa,
e le tue molte braccia perderanno le mani
e le tue molte mani perderanno le dita
in un verde prato ti seppelliremo
e dai tuoi resti fiorira' la vita.

Fedeli alla terra rimarremo
al suo profumo che non cambia,
nostra eterna sicurezza.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Andrea Contenti il 31/03/2010 14:42
    Mi piace il tono rivoluzionario di questo componimento
  • filippo Di Martino il 21/04/2008 19:57
    bella e anarkica! sei dei nostri! se vuoi conoscermi meglio visita il mio sito: www. artepoesianarkiafmem. it, entreremo subito in sintonia... fmem
  • Egon il 20/04/2008 17:32
    grazie devo ammettervi che mi fa sentire molto soddisfatto leggere dei commenti cosi, sopratutto quando chi li scrive è molto più esperto di vita di me
  • Rudy Mentale il 20/04/2008 17:18
    Confesso Giacomo che alla luce di quest'altro componimento molto forte nei toni e nella forma mi asterrei dal consigliare la lettura di Gould come mi hai fatto notare nei commenti nella poesia "il senso è pensare gratis" (per quanto resta una lettura comunque interessante). Ho capito cosa volevi dirmi e mi pare in effetti che Egon abbia una sensibilità su certi temi più che matura. Onore a questo scritto e alla sua poesia. Chapeau Egon.
    Rudy

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0