PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

1990

... Adesso che sei andato via
E le fessure di cemento
Rigurgitano pioggia
Grigia e paludosa
Come il liquefarsi.. il dissolversi
Della tua figura,
Mai davvero delineata,
Mai davvero toccata..
Solo amata.. inseguita
E mai davvero raggiunta..

.. La linea nera
Che avevi tracciato
Come inchiostro indelebile,
Senza avvertimento,
Senza saluti,
Senza avvisi..
Nessuna possibilità ,
Come il tuo manifesto a morto
Improvvisamente sbattuto in faccia,
Il tuo nome a caratteri cubitali,
Nome a fare da pubblicità
Alla Tua sconosciuta esistenza!

... E non ci credi che sia quel nome...
... E a te importava davvero qualcosa…
E senti il buio bussare alla tua porta
E l’eco dei passi inciampati in un pigiama...

Sei.. finito.. ora…

Perché l’hai fatto?
Potevi essere meno egoista...
Scusami... Perdonami...
L’acqua doveva fare il viaggio
Difficile e tortuoso
E togliere spine dagli occhi
E aprire armadi pieni di scheletri
E dare un senso alle orme..


Ti cercherò..
Forse non ti ritroverò mai..
O forse sei dietro di me
Ed io non riesco ancora a girare la faccia…



(A Luca)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Dolce Sorriso il 09/01/2009 14:48
    che anno duro il 90,
    ma per fortuna il tempo passa,
    e le nebbie si diradano
    tvb fatina
    sei ok
  • Nicola Saracino il 13/09/2008 02:47
    sono confuso, entrambi mi girate intorno, tu mi sorridi, lui tace a testa bassa. e i vostri sguardi non si incrociano, hanno direzioni diverse e poi io copro il campo ad entrambi. lettura invasiva la mia... salgo sul treno in corsa, m'ero fermato davanti al cartello: stop, poesia in transito, ma poi ci sono saltato dentro, prendendo i miei rischi. buonanotte Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:25
    ... lo dicevo io, augusto..
    quado si ama e si è ciechi
    a volte non si pensa
    davvero all'altro
    e si corre il rischio
    di non vedere
    o non volerlo fare..
    ma col senno di poi...
    un abbraccio
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:23
    Ciao Vinci..
    grazie..
    un :bacio:
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:22
    Grazie Giò!!
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:22
    Ange...
    qualcosa manca
    anche se sempre
    nel cuore
    respira..
    un abbraccio
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:21
    Vitt...
    é la data
    ferma lì
    da allora
    ...
    affrontarlo
    nella sua scelta
    di lasciar perdere e cancellare se stesso...
    non mi é andata giù
    questa sua decisione
    e ancora per questo gli porto un po' di rancore
    ma..
    sono arrabbiata con me stessa..
    per non aver saputo far nulla..
    per essere steaa così ingenua
    a testa bassa
    e aver accettato
    il non motivo
    per non esistere..
    hai perfettamente colto
    comunque
    come sempre
    il nodo
    che ancora non si scioglie...
    un abbraccio
    Laura
  • augusto villa il 21/04/2008 01:02
    ..."Scusa... Perdonami..."... lo diceva lui... vero?
  • Giovanni Cuppari il 18/04/2008 22:46
    Piaciuta veramente Laura. Sei brava. Un abbraccio da Gio'
  • Anonimo il 18/04/2008 22:42
    Laura, quando l'ho letta, i miei occhi socchiusi hanno rivisto il mio amato cugino, che l'egoismo ha portato lontano.. troppo lontano.
    Anche io continuo a cercarlo, e so che lui accompagna i miei passi, so che mi protegge, come ha sempre fatto anche quando era vicino a me.
    é bellissima
    Ciao sorella
    ti voglio bene
    Angelica
  • Rita P il 18/04/2008 22:01
    Mi sono sforzata, letta e riletta ma...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0