username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La rinascita

Che angoscia e profondi vuoti nel mio essere
respiro il mio profumo nella casa di altri
lentamente il tuo nodo stringeva la mia speranza
Tu sei il desiderio colpevole di ciò che accade
della mia assenza nel mio corpo.
Trovati un’altra per il tuo letto che ho disfatto
dove il mio corpo ha goduto,
dove la mia anima ha pianto
Tu sei la colpa della mia incapacità
di intendere ciò che non doveva essere inteso

Il tuo abbondono è la fine del sentiero cieco
Porta via con te, la tua pelle e gli occhi privi di ricordi
o meglio vai via, io voglio libera la mia spiaggia solitaria
Appena questa onda cancella tutto
nuove impronte lascerò nella sabbia della mia anima.
Al bivio dove sono, libera da te e dalla mia incertezza,
mi sento adesso unica
con il mio profumo dentro la mia casa,
e una voce fanciulla che mi ama.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 03/07/2008 22:20
    sai quando le cose sono ben scritte uno riesce quasi a sentire a sfiorare gli ambienti che legge. In quest poesia mi sono sentita libera ed ho percepito la sabbia cedere sotto i miei passi
  • Vincenzo Capitanucci il 20/04/2008 21:37
    Stupenda... volo nella mia anima.. fanciulla

    Con stima
    v
  • Raju Kp il 19/04/2008 23:21
    ho scritto per una storia finita di una ragazza, il suo racconto e speranze

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0