PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

SENTIERO

Lo vedo il mondo bianco
E sotto nero
Lo vedo il cielo stendersi dietro un albero
E lasciare spazio alla nube
Che soffoca …


Ho sorpreso me stessa,
Ieri..
Volavo tra le foglie del giardino,
Quello dei papaveri,
Quello dietro alla sponda opposta del fiume..
Non sapevo che dopo tante ore sarei stata ancora
In grado
Di toccare i glicini o le zagare senza sporcarmi i piedi
Con il polline…
E la signora mosca
Di poco più giovane di me,
Interrogò la civetta
Grande saggia del giardino
“…Perché sono timida
E non ci riesco da sola?...”
E lei rispose che è normale…
Ed io ascoltai
E pensai
Al
Mio Inevitabile
Sentiero
E sorrisi
Alla prima goccia di pioggia,
Che mi bagnò completamente
E mi ritrovai sola…

Quando la pioggia sarà finita,
Pensai,
Sarò scomparsa
E mestamente felice,
Nel cielo che deciderà d’alzarsi,
Prendermi in una mano
E incolore,
Brillante colore,
Dissolvermi...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • laura cuppone il 28/11/2008 15:34
    Ciao Max...
    grazie.. piace anche a me!!!!
    laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:14
    si Sara... così come siamo apparsi... così scompariremo..
    ma ci saremo sempre stati
    se per qualcuno
    siamo
    esistiti...
    un abbraccio!!
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:12
    ... il polline resta addosso e poi le api mi fanno il solletico per prenderne un pò...
    terrò i piedini a posto...
    ciao augusto..
    Laura
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:11
    Vinci...
    adoro maggio e i suoi regali
    opulenti di colori
    saturi di verde e rosso...
    adoro anche ottobre..
    speculare ma contrario.. a maggio...
    scrivere?
    ma lo faccio sul serio???

    mah...
    un abbraccio
    Laura
  • sara rota il 21/04/2008 08:24
    Molto fiabesca... davvero piaciuta, soprattutto l'immagine finale del dissolvimento... come siamo apparsi, così ce ne andiamo...
  • augusto villa il 21/04/2008 00:39
    Vola fatina!!!... vola!!!!... senza sporcarti!!!
    :bacio:
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:55
    Grazie Marco...

    Laura
  • Anonimo il 20/04/2008 10:27
    Come sempre senza parole..
    Unica...
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:04
    Teresa... sei tu ad essere straordinaria e a cogliere fiori sempre e ovunque!
    un :bacio: specialissimo!!!
    Laura
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:03
    Buon giorno Mario...
    riflettere... sognare...
    a volte coincidono...
    grazie!
    Laura
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:02
    grazie Rita!
    :bacio:
    Laura
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:01
    Ciao Giuseppe..
    grazie del tuo manifesto gradimento...
    Laura
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:00
    È inutile che ti dica che anche il sogno più improbabile, forse , sta rappresentando, suo malgrado, la realtà..
    la mia
    naturalmente..
    nessun desiderio materno
    nessun ricordo d'infanzia
    solo una considerazione
    sull'essere in grado ancora.. o no..
    sulle proprie capacità
    d'accettazione..
    alla fine, Vitt, bisogna decidere
    che ci piaccia o no,
    da che parte stare...
    un abbraccio
    tvb
    Laura
  • terry Deleo il 20/04/2008 09:23
    Quando leggo i tuoi versi mi sembra di entrare in un sogno.. in un "Sentiero" verso l'infinito. Sei straordinaria.
  • Rita P il 19/04/2008 16:30
    Bella!
  • Giuseppe Aricò il 19/04/2008 15:52
    Versi ben strutturati a descrivere immagini personali ed emozioni naturali. Il tutto sbocca in una chiosa apparentemente rassegnata ma di forte impatto. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0