accedi   |   crea nuovo account

L’INTENTATO

Nessuno

Sarà contento più di me,

Quando partirò

Alla volta del mio ventre

E risalirò

Il cordone ombelicale,

Che aspetta ancora

Il ritorno

Alla notte…



Sarò troppo felice

Per morire,

Anche se ho la netta

Sensazione

Di non essere vista…






La composizione

Misurata,

L’invadenza,

La facilità

Complicata

E insolente…



Non sarò quella

Sicuramente,

Ma mi tocca aspettare

E non salvare nulla,

Senza aver salvato

L’ intentato…

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/08/2013 11:00
    Splendida.. complimenti

6 commenti:

  • laura cuppone il 22/04/2008 00:12
    ... vero!
  • augusto villa il 21/04/2008 14:43
    Vero!
  • laura cuppone il 21/04/2008 12:08
    ... non avrebbe senso vivere senza vivere, non credi?
    ciao augusto...
    :bacio:
    Laura
  • augusto villa il 21/04/2008 00:46
    ... riesci sempre a dare un certo spessore a quello che scrivi... Ciao Fatina!!! .
  • laura cuppone il 21/04/2008 00:03
    ... tutto dev'esser fatto... a suo tempo...
    ma dato che quest'ultimo
    non è sicuro
    poichè non misurabile
    davvero,
    so che cercherò
    con tutte e mie forze
    di non lasciar nulla d'intentato
    lasciando tutto
    comunque
    dietro di me...
    riflessione
    non poesia
    non so nemmeno
    perchè l'ho postata..
    so solo
    che così é nata..
    e così è letta...
    ciao Vinci

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0