accedi   |   crea nuovo account

Il rumore della vita

Dopo giorni su giorni
tra sole, nubi e tempeste,
cambiata d’abito
ti stacchi e cadi,
accartocciata.
Lieve scricchiolio accompagna
l’ultimo viaggio stagionale.

20/11/07

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Salvatore Masullo il 03/02/2013 16:13
    La vita con le sue evoluzioni fino al suo termine, raccontata tra tempeste e nuvole. Bella la chiusura.

13 commenti:

  • Anonimo il 14/02/2010 00:02
    Veramente bellissima
    tanti complimenti.
  • Kiara Luna il 10/10/2008 17:44
    Sembrano i fogli del calendario... come i giorni a volte cigolanti della nostra vita.
  • Maria Lupo il 22/04/2008 01:08
    Mamma mia che cosa TERRIBILE!
    Non la poesia, eh... che anzi è bella proprio perchè rende con semplicità quest'angoscia...è la situazione, specie quello scricchiolìo, che mi atterrisce
  • sara rota il 21/04/2008 08:29
    Sembrava la descrizione di una foglia che stanca ed invecchiata si stacca dall'albero verde della vita per raggiungere il mondo dell'oblio eterno. Davvero bella
  • Marta Niero il 20/04/2008 20:02
    sono assolutamente d'accordo con te.. e proprio per la tua schiettezza, invece, tengo in grande considerazione i tuoi commenti.. e se vado controcorrente mi interessa poco, preferisco pensare da me con gli occhi ben aperti e le orecchie ben pulite per vedere e ascoltare sotto ogni possibile angolazione.. quindi spero di continuare a ricevere mail di notifica di tuoi commenti ma senza"vorrei dire, avrei detto.. etc".
    scrivi, punto e basta.. con le parole e le faccine che vuoi, purchè vere e sincere
    e con questo non aggiungo altro.. non vorrei iniziasse una polemica o altro, che già ce ne sono qui dentro e di cui non mi capacito
  • Marta Niero il 20/04/2008 19:41
    non siamo in un regime Vitt per cui si deve incondizionatamente dare consensi positivi.. nel tuo "avrei voluto dire" o "non dirò" in realtà esclami il tuo disappunto.. non mi sarei messa a piangere per una tua bocciatura, anzi, avrei preferito una critica o dei suggerimenti negativi e diretti per guardare con i tuoi occhi e imparare.. cosa che ti invito a fare se avrai voglia, e spero di sì, di leggere qualcos'altro di mio.
    e spero tu non fraintenda come ironiche/sarcastiche o altro queste mie parole di risposta.
    sono sempre pronta a imparare da chi può o vuole insegnarmi qualcosa.. se in questi anni sono stilisticamente migliorata è stato solo grazie a preziosi consigli sinceri e critiche costruttive.
    ciao, grazie :bacio:
  • Marta Niero il 20/04/2008 16:47
    grazie per i vostri consensi... ho scelto viaggio xè non volevo non dare una contiunazione vitale a questa povera foglia.. non credo che non ci sia nulla dopo la morte, solo un proseguimento sotto altre forme o energie e ho voluto pensarlo anche per questa foglia.. nel silenzio del momento essere presente al rumore del suo distacco, al suo scendere e poi al suo depositarsi è stata una piccola e fortunata magia.. un meraviglioso, ma triste, concerto naturale.
    :bacio:
    M
  • laura cuppone il 20/04/2008 10:44
    la foglia più tristemente romantica che sia mai... caduta...
    bella!!! piaciutissima!
    Laura
  • Maria Gioia Benacquista il 20/04/2008 10:42
    Versi scritti in modo magistrale. L'ho trovata stupenda!
    L'ultimo viaggio... bella descrizione, sembra di vedere la sequenza d'immagini.

    Maria G.
  • terry Deleo il 20/04/2008 09:43
    Hai camminato nei boschi.. e gli occhi dell'anima hanno visto la foglia cadere.. il suo ultimo viaggio:ho sentito lo scricchiolio anche se è primavera.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0