PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

King Kong all'Unità infranta

Già da bambino
Casco sulle banane
Oblunghe gialle
Le mangio di cuore

Da grande

Mi batto il petto

Nella mia forza onnipotente
Sento l’eco di un leone luminoso
mi sento diviso
Entre un Roi et un Con
Nella Mia giungla divina foresta

Imprigionato nella città

Sfuggo dalla gabbia

Innamorandomi di te

Davanti ai tuoi occhi
Nella tua fragile tenerezza femminile
Perdo la mia inutile cattività

La mia mano

Stringe il mio cuore

Sempre più forte

Spengo il dolore
L’eggo
Sono uno scimmiotto
Wu! Wu! Wu!
Un best io Anna?!

Ho un cuore

Aggrappato all’ultimo piano
Della Torre.. Guarda!!
Apro la mano
Per liberarci Amore

Vedo
Venire un biplano verso di me

Sento il nostro Sogno infrangersi

Di essere Cita e Tarzan

Uno con te

mia grandissima Jane

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Dora Millaci il 22/04/2008 15:31
    leggere questa poesia mi ha riportato alla mente Andy Warhol e la pop art, l'uso del mito contemporaneo come artifizio estetico per veicolare emozioni. interessante.
  • Anonimo il 22/04/2008 11:26
    Yuk, Yuk, Yuk, Yuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, YukYuk, Yuk, Yuk...

    scusami vinc, mi sono persa nella giungla e ho mangiato qualche bacca tossica o non commestibile...

    cerco di riprendermi attraverso l'inesauribile bellezza dei tuoi versi...
    grazie
    nel
    nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0