username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

... Lasciatemi piangere

Con mani ferite ho sparso gocce
di pioggia sulla sabbia
senza volto del deserto
ed il vento ha cambiato il colore delle dune

…ho vissuto.

Ho sparpagliato coriandoli di semi
fra gli aridi anfratti del mio orto
ma non ho visto nascere fiori

…ho sperato.

Poi ho sussurrato canzoni e recitato
versi ad anime mai vissute
ed un’eco impietosa mi ha riportato
odore di sudari incartapecoriti

…ho amato.

Ho disfatto il puzzle del mio cuore
l’ho ricomposto, l’ho disfatto ancora.
- …ho vissuto …sperato …amato…-
Ho dissolto i pezzi in un universo di nebbia.

… Lasciatemi piangere.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

48 commenti:

  • Ada FIRINO il 01/12/2008 17:23
    S', Donato si piange, perchè tutto dopo sia più bello. Si scaricano le sofferenze tra le lacrime e poi si volge lo sguardo vero orizzonti pieni di luce che solo l'anima riesce ad inventare. sempre nuovi, sempre più colorati.
  • Donato Delfin8 il 26/11/2008 04:36
    Fantastica!
    È bello sapere ke nn siamo soli.. "in questa valle di lacrime"
    È cosi' bella e vera ke mi rida' la felicita' per ogni lacrima versata!
    e proprio perche' la vita' e' cosi' bella e viva.. ke versero' ancora!
    grazie
  • Riccardo Brumana il 10/09/2008 12:49
    sapevo che non ti saresti arresa!!!
    un :bacio: tesoro.
  • Ada FIRINO il 10/09/2008 12:42
    Infatti non l'ho fatto Riccardo, ma un bel pianto spesso ti libera l'anima e ti fa risorgere a nuova vita ed in quel momento le lacrime erano un mezzo liberatorio per poter rinascere. Ho smesso di piangere, sto assaporando l'azzurro ed ogni piccola emozione che mi fa sentire viva. Grazie per le tue parole. Sei tanto caro.
  • Riccardo Brumana il 08/09/2008 13:26
    la poesia è bellissima, anche se mi ha fatto rattristare... piangi se ti serve, ma poi rialzati e prendi la vita con entrambe le mani, non puoi arrenderti, non ci credo che lo farai!!!
  • pietro luigi crasti visintini il 17/07/2008 06:03
    .. bella.
    Delicata. Di sentimento e di espressione dello stesso
  • Ada FIRINO il 02/07/2008 15:17
    Dolce Sorriso, come sei tenera!
  • Dolce Sorriso il 27/06/2008 16:01
    il tuo dolore è simile
    al dolore di tutte le persone che hanno un cuore troppo grande.
    .
  • Ada FIRINO il 20/06/2008 13:37
    Michelangelo, sì, sempre solo il silenzio e la solitudine hanno accompagnato il mio pianto, e la mia forza di sopravvivere ha fatto sì che questo non cadesse nella disperazione o nell'annullamento di me stessa. È stato un dolore, vivo, forte ma quasi atteso, poi superato e sfociato nella mia sempre grande "vogliadivita" e nell'ardore che anima questa voglia. Bellissimo il tuo commento!
    Un abbraccio.
  • Michelangelo Cervellera il 20/06/2008 13:10
    L'avevo persa questa emozione di poesia. Mentre gli occhi scorrono su i tuoi versi, brividi mi percorrono e credo solo il silenzio possa accompagnare il tuo pianto.
    Michelangelo
  • Ada FIRINO il 16/06/2008 23:30
    No, Fulvio, la disperazione è una cattiva consigliera e ti porta ad azioni senza riflettere. Il mio dolore è forte, ma sempre controllato e tenuto a freno, diciamo.. dal buon senso del vivere.
  • Anonimo il 13/06/2008 17:20
    Dopo tanti bei commenti di bravi poeti, un narratore cosa può aggiungere?
    Sposo le parole dell'amico e prestigioso poeta Ugo.
    Aggiungo che il dolore e' sempre un buon ispiratore, non la disperazione e si capisce come tu non sia solita ad abbandonarti alla disperazione che è anche una forma di pigrizia
  • Ada FIRINO il 13/06/2008 15:35
    Sei gentile, Vincenzo. Sì credo che quando si è vissuti dando tanto amore, non si sia passati invano, e credo che sia quello che conta di più. La sofferenza è da mettere in conto, sempre!
  • VINCENZO ROCCIOLO il 12/06/2008 16:37
    La tua è la consapevolezza di chi, nonostante tutto, alla fine si rende conto che quello che ha fatto e provato non è stato inutile: vivere, sperare, amare, sono cose fondamentali in questa nostra vita, e, anche se alla fine ci si abbandona alle lacrime, comunque si è vissuto, sperato, amato, e questo ci restituisce la nostra dignità e la nostra forza di esseri umani; e poi, piangere è comunque un segno della nostra vitalità.
    Bella, Ada, molto bella.
  • Ada FIRINO il 06/06/2008 14:58
    "soffrire" pardon!
  • Ada FIRINO il 06/06/2008 14:57
    Grazie per il tuo commento, Emanuele, se anche un solo fiore nasce da una goccia di pioggia, il vivere ed il soffrie non sono stati vani. Coraggio e trova la forza in te stesso, ne hai le risorse, ne sono certa.
  • Ada FIRINO il 03/06/2008 15:23
    Certo Augusto, dolore, ma non disperazione, consapevole sofferenza di ciò che è il corso della nostra vita. Luce di speranza nella certezza che la capacità d'amore non è morta in me, ma, pur nel dolore, risplende ancora viva dentro il mio animo.
  • augusto villa il 01/06/2008 00:01
    Si... Manuela ha detto giusto...è sublime... un dolore forte ma rassegnato... avvolto in uno stato di "sospensione"... Oltre quella nebbia... vedo la luce della speranza...:bacio:... ciao Ada!!!
  • Ada FIRINO il 29/05/2008 13:31
    Manuela e Agnese, vi ringrazio per il vostro commento. Non ho più grandi aspettative... ma la vita è una continua sorpresa. Un abbraccio
  • Ada FIRINO il 29/05/2008 13:25
    Grazie, Linda, viaggio sempre con una montagna di fazzoletti, un po' per piangere, un po' per il raffreddore!
    Alessio, spesso è necessario fare un bilancio della propria vita, per spenderla meglio che in passato, e questo in certi casi è molto doloroso. Grazie per il tuo commento.
  • Ada FIRINO il 29/05/2008 12:38
    Certo, Giacomo che mi rendo conto della grandezza dei due poeti, Ugo e Vincenzo! Ed i loro commenti sono sempre un piacere per me, come leggere le loro poesie.
  • agnese perrone il 23/05/2008 23:55
    Hai saputo esprimere sentimenti ed emozioni forti, devo dire che
    l'ho sentita... profondamente, grazie.
    Complimenti, un abbraccio
  • manuela giorda il 20/05/2008 14:25
    Sentimenti molto profondi di un cuore che ha dato tutta se stessa a questo mondo, è a chi lo circonda, ma invano non trova conforto è così tutto si disperde"Hai vissuto, sperato e amato... Ho dissolto i pezzi in un universo di nebbia", e ora dai tuoi occhi scivolano fiumi di lacrime che accarezzano le tue guance... ma un giorno, una pioggia di felicità ti bagnerà, e nel tuo giardino germoglierà e sboccierà ancora la speranza, in quei splendidi fiori colorati e profumati, e le tue preghiere diventeranno canti e inni di gioia. Ma ora... Lasciatemi piangere"... il sole domani tornerà... Malinconica ma sublime. Bravissima! un :bacio:ne Manuela.
  • Alessio Cosso il 16/05/2008 16:07
    ... splendidi versi, brava Ada, hai saputo ritrarre emozioni e sentimenti che arrivano da lontano, dal profondo... in una parola: toccante.
  • Ada FIRINO il 16/05/2008 15:11
    Una spalla virtuale su cui piangere! Grazie Giacomo. Non l'ho mai avuta nella raltà, ho sempre dovuto piangere in silenzio le mie lacrime, così mi accontento di questa. Ma ora non piango quasi più, soffro e basta, ma mi piace comunque da morire vivere questa disperata e meravigliosa vita.
  • Ada FIRINO il 14/05/2008 16:55
    e daie! "precedente"
  • Ada FIRINO il 14/05/2008 16:54
    Ho fatto un pasticcio, nel commento preceenete, si è cancellata mezza frase, Corrego.
    Un lungo dolore, che sto cercando di riscattare, amando la vita e le cose preziose, come la vostra amicizia. Altro :bacio:
  • Ada FIRINO il 14/05/2008 16:52
    Sì, Pirata, un lungo dolore, che mla vostra amicizia. :bacio:
  • Ada FIRINO il 07/05/2008 13:45
    Certo, Salvatore, speriamo che cambi, ce la metterò tutta! Grazie.
  • Anonimo il 30/04/2008 21:33
    speriamo che cambi, con tutta la volontà e di tutti bella espressione ciao salcod
  • Ada FIRINO il 28/04/2008 01:09
    Ugo, qui la mia volontà di piangere è forte, non chiedo il permesso di farlo, ma ne pretendo la possibilità (lasciatemi è imperativo). Si, certo, le mie parole descrivono un fallimento, per aver riversato l'amore nelle persone sbagliate, ma rivelano anche un riscatto, per aver comunque "vissuto... sperato... amato" con forza, nonostante i cazzotti che la vita mi ha piantato in faccia. Sempre profonde le tue considerazioni, bene Ugo.
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/04/2008 10:39
    Dopo una lettura attenta di questi versi, per prima cosa mi soffermerei sul titolo: la Ferino dimostra una certa indecisione sulla sua volontà di piangere, quasi ne chiede il permesso e rafforza il concetto riproponendolo come ultimo verso. Procede commossa con l’analisi del suo percorso: il deserto rivela la sua solitudine; i semi mai attecchiti le ricordano il fallimento dei suoi intenti, l’aver <sussurrato canzoni e recitato> la volontà di trovare la sua entità e gli ultimi versi lo confermano: - …ho vissuto …sperato …amato…-. Mi sembra che Ada si domandi e chieda al mondo: se e dove ha sbagliato, se tutto il suo vivere è stato imperniato sull’amore, forza e potenza ineguagliabile. Lo fa con versi ansanti, segnati da rappresentazioni fortemente emotive e riesce a trascinare il lettore nel suo tormento.
  • Ada FIRINO il 26/04/2008 18:55
    Vincenzo.. sublimi i tuoi commenti, sempre! Ti adoro! Centri sempre il cuore delle mie poesie. Sì, di GOCCE D'AMORE E DI SANGUE (è anche il titolo di una mia silloge) è costellato il cammino della mia vita, della nostra vita, che spesso ci apre vasti orizzonti risucchiati spesso da universi di nebbia.
    Sei grande! :bacio:
  • Vincenzo Capitanucci il 26/04/2008 18:18
    Sublime Ada... lacrime e gocce di sangue semina il nostro corpo nel deserto del mondo... abbiamo vissuto... sperato... amato... disfatto il cuore... da questa voragine buia come la notte ed inconscia.. esce una luce che spazza la nebbia del giorno...è la nostra anima.. un faro... in queste luce crescono meravigliosi fiori.. un ex Eden... un nuovo Eden..

    Ora son lacrime d'emozione

    Un abbraccio forte
    v
  • Ada FIRINO il 26/04/2008 17:25
    Lupo... per il vento che ha cambiato il colore delle mie dune, per i fiori mai sbocciati nel mio orto, per la mia voce finita in un cimitero di sudari incartapecoriti. Questo allora!
    Ora potrei scrivere:
    Ho sparso gocce di pioggia..
    ed anche dalla sabbia senza volto del deserto
    sono nati dei bellissimi fiori.
    Quelli dell'amore che mi regala un sorriso qualunque.
  • Ada FIRINO il 26/04/2008 17:25
    Lupo... per il vento che ha cambiato il colore delle mie dune, per i fiori mai sbocciati nel mio orto, per la mia voce finita in un cimitero di sudari incartapecoriti. Questo allora!
    Ora potrei scrivere:
    Ho sparso gocce di pioggia..
    ed anche dalla sabbia senza volto del deserto
    sono nati dei bellissimi fiori.
    Quelli dell'amore che mi regala un sorriso qualunque.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 25/04/2008 22:47
    mi da da pensare
    Per cosa alla fine piangi? se hai espresso tanto bene le tue emozioni le hai vissute con forza è quindi bellissime per questo vorrei sapere per cosa piangi...
  • Ada FIRINO il 24/04/2008 11:06
    Grazie Angelica, ora spero in fiori che sbocciano in sorrisi ed albe color della ruugiada (ogni riferimento è puramente casuale - spero che Vittorio non legga )
  • Ada FIRINO il 24/04/2008 10:13
    A Suzana questa è una revisione della mia vita di pochi anni fa. Ora forse non scriverei più una cosa così. Grazie.
  • Ada FIRINO il 24/04/2008 10:12
    Grazie Sivana, come le tue!
  • Anonimo il 23/04/2008 23:27
    Complimenti Ada questa mi piace tanto...
    ciao cara
    Angelica
  • suzana Kuqi il 23/04/2008 23:03
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0