accedi   |   crea nuovo account

Sole

Padre di tutto
e di tutti,
le tue bianche losanghe
dagli infiniti colori
vincono il buio.
Quando ti vedo
mi sboccia un sorriso,
il mio cuore si espande
e nascono farfalle.
Affiorano lontani
ricordi di passeggiate
con una guida fidata
nella sua semplice saggezza,
ricordi di una strada
catturata in una fotografia,
come oggi
lì il sole era tiepido e obliquo.
I tuoi raggi
come spade gentili
ucciderammo la malinconia
quando i suoi occhi
mi diranno di no,
quando tutto sarà perduto
e una sola parola
basterà a afrmi piangere.
Tu, come la speranza,
brillerai in eterno
anche dietro le nuvole,
per dirmi che vivo.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • antonio castaldo il 02/04/2009 21:16
    concordo... è molto.. molto... bella. kiss.
  • Rodica Vasiliu il 20/01/2009 16:03
    Bella come una giornata di primavera... piena di profumi e farfalle...
    Ciao, R
  • Marco Vincenti il 17/10/2008 14:42
    Bello il concetto del percepire la nostra esistenza tramite la realtà delle cose immense che ci circondano. La luce del sole rinfranca lo spirito e risolleva l'animo anche nei momenti più difficili (almeno per me). Bello scritto.
  • Adamo Musella il 28/09/2008 23:17
    La sua luce ci rende certo il giorno e ci rende liberi... da milioni di anni ci affacciamo sotto il suo cielo e per milioni di anni ancora parleremo ancor di lui Bella poesia Federica baci
  • pietro luigi crasti visintini il 29/08/2008 08:11
    Mi piacciono le tue poesie, bravissima... rileggi questa, vi sono alcuni errori di battitura verso le ultime righe, ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0