username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amore verde

Il mare,
le onde,
il profumo della candeggina,
i passerotti,
i topi,
rumori e sensazioni lontane.

Guardo la mia pelle,
bianca, sintetica,
si è strappata all’altezza dell’omero,
nessuna bestemmia potrà ripagarla.

I tuoi occhi meccanici mi scrutano severi,
una pinna da sub cade dal cielo,
penso a mio nonno…
lui si, respirava il vero benzene,
esalazioni di un tempo perduto.

Il vento,
le onde,
radioattive,
sibilano fra i nostri capelli increspati,
trapiantati sul cranio come pozzi e trivelle.
Ti bacio sulla bocca di polietilene,
l’amore resiste ad ogni disastro ecologico.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Francesco Giofrè il 05/11/2009 00:22
    attualità mescolata all'amore
    complimenti x l'alto contenuto
  • Valentina B. il 24/09/2009 14:06
    Mi piacciono le immagini stravaganti che questa poesia crea. Complimenti...
  • Rocco Burtone il 11/07/2009 14:42
    Ciao stravagante poeta che colpisce
  • Sandrino Aquilani il 11/02/2009 18:24
    Mi piace per la sua originalità. Complimenti e auguri per l'attività poetica e tutto il resto.
  • Anonimo il 21/08/2008 04:06
    Splendido accostamento di immagini. Un amore di plastica (tanto per citare Carmen Consoli)
  • Emiliano Rizzo il 29/04/2008 19:26
    il non capire immediatamente ti fa rileggere una "poesia" più volte, ecco perchè mi piace Baudelaire, ecco perchè mi piace la poesia, ecco perchè la rileggo, la rileggo, e non la capisco però mi piace, ottimistica.
  • Rita P il 27/04/2008 15:34
    Ci vuole tanta fantasia per capirla! Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0