accedi   |   crea nuovo account

Angeli bambini ai Cavalieri Donne alle Principesse Uomini

Quando nascono i bambini
Sono Soli

Piangono in un cielo di Mamma

Cercando la via Lattea


Un pochino più grandi
Sono Regine e Re

Piangono nel loro regno universo
Non potendolo governare

il mondo si restringe
Ogni giorno di più

In diavoletti e streghette

Allora s’inventano Cavalieri
Pronti a riconquistare il regno perduto

Allora diventano principesse
Aspettando l’Amore perduto

Da grandi il Tutto si confonde
un tiranno regna nel Castello

Lottano con il Cuore dell’Anima
Fra gocce di sangue e lacrime di Luce

Troppo spesso piangono traditi e delusi


sapendo vera mente quello che hanno perduto


All’ora

O Sole mio

Come posso riconquistare

il verso delle lacrime gioiose

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 28/04/2008 13:55
    Penso che il regno perduto sia solo un'illusione perche' il regno non si perde mai perche' e' dentro di noi. Bisogna solo viverlo nello splendore di luce che ci illumina a ogni passo. A volte ce lo dimentichiamo, ma basta ripassare la lezione ed e' fatta.

    grazie vincenzina
    nel
  • giuliano paolini il 28/04/2008 08:27
    in attesa del grande passo l'uomo prova ad ingannare il tempo più che altro facendo danni a chi ha invece inteso il senso di stupore che governa la vita ma avanti c'e' posto nessun dorma

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0