accedi   |   crea nuovo account

a Fabrizio De Andrè

allorchè smanioso di aprire il mio cuore,
senza chiudermi nel materialismo,
rivolgo a te la mia attenzione,
colmandomi delle tue parole soavi.

immagino i tuoi pensieri immensi,
di una delicatezza rude,
poesia mondiale.

osservo la mia penna,
osservo le tue musiche.
tu, hai tirato il filo della tua vita,
per farlo ondeggiare in questo mare,
biasimando la ridigità.
tu, hai colto qualunque fiore,
per assaporarne il profumo,
tu, hai perdonato rapitori e poveracci,
tu che sai leggere il libro del mondo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 10/09/2008 15:14
    Alcuni testi di De Andrè si trovano nelle antologie di italiano delle scuole superiori, credo sia un riconoscimento che merita pienamenteed è uno dei modi per renderlo immortale...
    Ciao...
  • Ada FIRINO il 10/09/2008 12:33
    Anche adesso, sentendo una sua canzone, penso questo "Persone come queste non dovrebbero morire mai" (come penso di un altro grande: Totò
  • alberto raimondo il 04/06/2008 12:30
    SI... QUANDO MI INOLTRO DENTRO I VICOLI DI GENOVA ASCOLTO I SUOI PASSI...
  • Ada FIRINO il 04/06/2008 12:05
    Poesia pura, quella di Fabrizio. Lo ripeto ogni volta che ascolto una sua canzone. Poesia eterna, viva e toccante! Hia saputo ben cogliere il suo profondo respiro, Alberto.
  • alberto raimondo il 03/05/2008 23:37
    maria si chiamano i jazz all star i quali l' hanno eseguita a Roma in un contesto di manifestazione a favore dei lavoratori
  • alberto raimondo il 03/05/2008 23:35
    grazie angelica perchè non si può dimenticare un poeta che per la sua rivoluzionaria opera ha narrato le vicende più importanti del mondo con una semplicità alla quale chiunque può avvicinarsi... ciao
  • Maria Lupo il 01/05/2008 23:54
    ho visto che al concerto del Primo maggio a Roma un gruppo gli ha fatto un omaggio, suonando sulla sua voce "Ho visto Nina volare"... Non so quale sia questo gruppo.
  • Anonimo il 01/05/2008 17:20
    Bravissimo, hai ridato anima e vita ad un grandissimo artista.
    Fabrizio non ha tempo,è sempre apprezzato anche dai giovani,
    perchè è anche un grande poeta...
    Bellissime le sue canzoni, le sue parole.
    Grazie per questa tua poesia che lo ricorda.
    Angelica
  • alberto raimondo il 29/04/2008 02:24
    maria hai descritto benissimo le sensazioni che una canzone sua possa trasmettere se ascoltata con il cuore. grazie di capire... ogni volta che odo la sua musica scovo qualcosa di nuovo e questo è fantastico.
  • Maria Lupo il 29/04/2008 02:00
    Grazie per l'omaggio a Fabrizio, ci sarebbero tante altre cose da dire ma nessuno di noi ne è stato capace finora, tu hai colto l'essenza
    In questi tempi bui ci è di conforto pensare ad uno che si è sempre distinto per l'ironia, la libertà, la solidarietà, il sentimento forte e complesso della vita, tradotto in canzoni indimenticabili
  • alberto raimondo il 29/04/2008 01:51
    grazie marilena è e deve essere un maestro per tutti gli aspiranti poeti... ciao
  • alberto raimondo il 29/04/2008 01:50
    si cinzia ogni volta che ascolto canzoni di questo poeta vengo scaraventato in un mondo fantastico e colmo di emozioni... grazie per il tuo commento... a presto
  • Cinzia Gargiulo il 28/04/2008 18:26
    Un omaggio ad un grande autore. I testi di De Andrè sono stupendi.
    Bravo!
    Un caro saluto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0