accedi   |   crea nuovo account

ll pescatore d'onde

Non solcherò il tempo, questa notte
ma nelle secche dell'inquietudine
incaglierò l'appiccicoso legno
e lì dissiperò i miei talenti insonni.

Su rivoli di comete che svaporano in cielo
getterò, indolente, le mie reti
pescatore d'onde e di correnti polverose.

Beccheggerò svagato
tra le pieghe
ipocrite
di un livido miraggio.
E gusterò il silenzio che stride oltre il giaciglio;
eco già lontana di palpebre socchiuse.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Rosarita De Martino il 22/05/2016 19:59
    La tua è una ricerca di qualcosa che sfugge al tuo stesso controllo. Primeggia il senso d'inquietudine.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0