PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ombra del contabile

vorrei staccare il corpo
dalla mia ombra
e con l'attimo
tagliare lo sguardo dei vent'anni
tirarmi dietro quell'anima irruente
strapparla al tempo
alla sua storia
spingerla nel burrone del silenzio
congelarla
nell'attesa di niente

che il nulla accada, è beneficio
come vivere fosse malvagio
essere per colpire e succhiare
si compenseranno mai frustate, baci dati
le carezze mancate?

quale contabile assumere al rendiconto finale?

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 30/04/2008 21:47
    che il nulla accada è benefico...
    bello!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0