username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ultima notte prima dell'alba

Il tempo si assottiglia
ed io mi aggrappo agli istanti
in cerca di un po’ d’aria pura
per allungare questo respiro
che lentamente si indebolisce
concedendosi alla malinconia
di una notte che vorrei eterna
come l’immensità del dolore
che come madre sfiora
questa mia pelle livida

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 01/06/2008 12:29
    una notte infinita... very good
  • Anonimo il 28/05/2008 22:23
    bella mi aggrego al pirata ed a giacomo, molto sentita ... una notte eterna... ma non di malinconia. ciao salcod
  • Ugo Mastrogiovanni il 24/05/2008 15:34
    “Ultimo” in latino significa <al di là> e io credo che al di là di tutto ci sia sempre la speranza.
  • michela zanarella il 08/05/2008 15:43
    il tuo aggrapparti agli istanti alla ricerca d'aria sottolinea il tuo intenso bisogno di vivere, il tuo carpe diem che si ripete fino all'infinito... in una notte che è ancora tutta tua... sei semplice nella scrittura e ti dà quella maturità che s'intravede nei versi...
  • Paola Reda il 01/05/2008 08:42
    Confermo il commento lasciato per la tua precedente poesia. Vedrai che l' alba che aspetti ti porterà quell'aria pura che desideri, darà ossigeno al futuro ed il tuo respiro tornerà ad essere libero dall'oppressione del dolore.
    Scrivi molto bene!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0