username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amando l'umiliata Squaw ad Una P2 poetica

Ci stiamo rovinando
Con le nostre stesse mani

Cosa facciamo veramente
In questo mondo

commercio politica mente sociale

Votare non basta
È come sputare per terra

Cosa lasciamo ai nostri figli

Un mando malato di manipolazioni
Da parte di un gruppo schifoso di persone

hanno le mani sull’anima della popolazione
Da sempre..

Spostano la gente per una illusione di oro
Addomesticandoti l’istinto selvaggio
Il tuo spirito nomade
Morirà di fame

Fra indiani denutriti di libertà
Il territorio confina con la morte


Pochi di noi fanno qualcosa

Basta un click per informarsi


Per cantare in una macrolingua un canto novello

Dedicandolo ad una croce del Sud

non più a questo carro polare

Mollare??’

Attento psico nanetto

Non ci sono solo diamanti
In quella miniera minestrone di destra

Attenta ai vecchi lupi
Dalle orecchie fine

ai giovani bergnoccoli
Dal basso soffitto

Uccidono per una sigaretta nazionale
Rimpiangendo che non sia internazionale


Attenta giovane Italia!!!

Si affonda di nuovo nelle onde morte

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 07/05/2008 09:12
    Le tue poesie hanno un che di anni '70, si vede l'impronta di nietzsche, neruda, boito e altri Mi piace perchè mi rispecchio in ogni singola parola.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 06/05/2008 16:28
    condivido anche io!!! bravo mettersi in discussione non è una cosa che fanno tutti...
  • Dora Millaci il 06/05/2008 13:57
    condivido... compagno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0