accedi   |   crea nuovo account

Soffio della giovinezza

Duro al mattino il risveglio
partire con su in spalla i libri non era bello
ma dal finestrino del treno
veder il verde il sole e l’azzurro del cielo
era sempre uno spettacolo vero.

L’angoscia della scuola
viaggiava con me ogni volta
che mi sentivo impreparato
davanti al prof che spesso era seccato.

Ma vedevo la luna oltre che il sole
la brina sul prato verde
le nuvole che ne cielo erano pecore
odore di mattina di sole e fragole.

Provavo emozioni forti allo sguardo di una ragazzina
gelosia perché il giorno dopo era meno a me vicina
tra una e l’altra era una fatica
capire chi fosse davvero la mia tipa.

Non era amore era magia
che stimolava la mente giovane mia
dentro di me l’anima mia
rideva su ogni cosa che essa sia.

Per tornare a rivivere ciò che era
devo costantemente soffiare nella nebbia
il cielo il sole e la terra
vedere azzurro e calore devono esser sempre cosa vera.

Per non sbiadir ed invecchiare mai
ecco che cosa per sempre farai
soffiare senza fermarti mai
vedrai che il sole non si oscurerà
la terra il cielo ed sole rimarrà
per sempre la giovinezza dentro di te vivrà.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 02/08/2010 12:03
    piena di ricordi ed immagini condivise - P
  • Emanuela Corciulo il 19/11/2008 14:26
    bellissima!!! sono importanti i ricordi!
  • Vincenzo Capitanucci il 13/05/2008 04:43
    Deliziosa... Soffia Soffia sulle braci del Sole si riaccenderà il presente..

    v
  • mariella mulas il 07/05/2008 17:33
    Bello il ricordo soprattutto perchè è ormai un ricordo.. Al momento che si vive tutto appare scivolare senza importanza ma ecco negli anni acquista un altro valore e ci si accorge che era proprio il "soffio della giovinezza" che ora si vorrebbe rivivere. Complimenti per i deliziosi versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0