PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Costellazioni... Emozione alla Venere di Paul

Il tuo stratosferico Corpo

Accenderà le costellazioni del mio cielo


Passeggeremo nel candito Cigno
Mangiando i frutti del suo canto

Berremo l’acqua nel boccale
dei pesci rossi

Nell’Acquario imprigioneremo
Le nostre salive in bacio

Correremo con i cani di Orione
Nei boschetti sacri di Diana

E nella schiuma di Venere
Ci Ameremo

Poi verrà la Bilancia
Il tempo dei conti

Tutto il peso del mio corpo Amore

Sarà troppo leggero

Rispetto all’unghia strappata dal tuo alluce..


Tornerò sconfitto nella mia natura di Scorpione

Esplodendo il dolore nella bocca della notte


Vergine Dea
Sarebbe bastata spontaneità


Dolcezza ed impeto

a fasi alterne

Si respingono

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • suzana Kuqi il 07/05/2008 22:34
    però è bellissima
  • Dora Millaci il 07/05/2008 19:27
    non so perchè... ma mi ricordi vagamente Rabindranath Tagore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0