username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

UBRIACO DI SABATO SERA

Salto a centrifuga tanto quanto basta da torcermi le budella e vomitarmi sulle scarpe.
Appollaiato sul tappeto rosso lì, bello bello e arrotolato pronto per essere srotolato al passaggio di qualche buffone, un condor reale dallo sguardo proverbiale"sei un coglione".
Contando che in tasca ho circa sette francobolli e solo una busta mi balza in mente l'idea che potrei spargerli in terra come un pollicino idiota, un affrancatore di terra.
Mamma mia quanto è buono l'odore di carta da forno e biscotti, mamma mia quanto mi fa venire da vomitare marylou.
Magari potrei tingermi gli occhi come il tizio che ha provato a fare il primo tatuaggio ai bulbi oculari.
Si credo che incomincerò ad addomesticare condor vomitevoli appollaiati su rossi tappeti intonsi nel prato di francobolli affranca terra che mi piace chiamare "casa".
Come disse Terence Hill buona notte.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 28/08/2013 04:30
    apprezzata... complimenti..

2 commenti:

  • augusto villa il 27/02/2014 22:00
    Bella, spettacolo!
  • Anonimo il 29/07/2009 20:36
    ahah, sei della mia annata, si vede! Devo dire che mi ci rispecchio molto, ma solo il sabato sera è sprecato, qualche botta anche di venerdì!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0