PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Benny

Lì dove l’erba è sempre più verde
Vivono ancora gli animali
Dove lo sguardo ancora si perde
Benny imparava ad aprire le ali
 
A dieci anni però fu presto
Per vivere solo tra le campagne
Ma quando i tuoi ti lasciano il posto
Il convento è un rifugio tra le montagne
 
La vita era buona in quella prigione
Ne aveva di tempo per pensare
Tra letto preghiere e religione
La mente tra i sogni lasciava viaggiare
 
Ma quando sentiva quell’uomo tornare
Da un miserere o da una benedizione
Il cuore di Benny iniziava a tremare
Quasi presagisse il nuovo orrore
 
Sei un bambino bello e biondo
Ripeteva sicuro il curato
Ma il tuo cuor sarà più profondo
Se da queste braccia sarà scaldato
 
Con questo gioco di parole
Provava a spiegargli il suo paradiso
Ma con le mani senza pudore
L’inferno adesso gli aveva reso
 
L’uomo tornava a dire messa
E Benny su quel letto da solo restava
Come qualcosa d’improvviso cessa
Così in quella stanza la sua vita fermava
 
E se da dio lui è stato mandato
Questo pensava tra quelle lenzuola
Se di vangelo ne fa predicato
Qualcuno avrà pietà per la mia anima sola?
 
Questa è la chiesa che conosce e tace
Quello che fanno i suoi impiegati
E blatera solo su cosa gli piace
Diventando complice di abusi compiuti
 
E se penso che adesso il prete tedesco
Si affaccia da Roma e parla di morale
Voglio pensare che mondo è questo
Dove ha colpa chi ha subito del male
 
Lì dove l’erba è sempre più verde
Vivono ancora gli animali
E dove lo sguardo ancora si perde
Benny imparò presto a non aprire le ali
 
E pace adesso finalmente gli è data
Tra le colline e gli alberi in fiore
Una lapide a terra è stata piantata
In ricordo di una vita senza un amore.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 03/04/2010 17:19
    bella poesia, su un tema interessante e sempre attuale, bravo ^_^

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0