PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

qualcosa di sincero

travolta in bici
ed uccisa da un camion.
Ad un certo punto
dopo aver distribuito equamente
un po' di la' e un po' di qua
le mie preferenze
ho smesso di votare
ho sempre sentito
il lavoro come una forzatura
gli spazi ristretti
una violenza
e cosi' le scuole e le chiese
e gli autobus e gli aerei
una dolorosa costrizione
da dietro un furgone
ho visto un uomo che portava
a spasso un cane
ma oltrepassato il furgone
il cane non c'era
ma l'uomo aveva
il braccio teso e l'attenzione
che ogni bravo uomo con cane possiede
quanto vale un'ombra?
Oggi ho ascoltato per la prima volta
la voce della mia ombra
che si muoveva tra le sue simili
e quando quella più grande di un palazzo
l'ha inghiottita
ho sentito l'immensa gioia
della comunione
fra simili senza limiti ne' invidie
oh come amo
come riesco a sentire l'amore
in questi momenti.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 17/05/2008 20:53
    Sublime ombra inghiottita.. da una più grande... in una infinita luce di amore..

    Con Amore
    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0