PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dilemma

Giudica tu
Se ti par vero
Lo strepitio dei calci
Non deve speventarti
Puoi sempre indietreggiare
Con la lentezza che ti è propria
O con leggeri e celeri passi
Sconnettere la terra e le sue pieghe

E pensa pure questo:
Anche se non credi
Puoi creare I tuoi sogni
Poi disconoscerli
Che tanto loro
Non se ne avvedono comunque

Non è cosa da tutti
Ma tu ne saresti capace
Buffo, neanche li capirebbe
Ti darebbe la colpa comunque
Difficile com’e la pieta’
E come puo essere astuta non lo sai

E allora giudica tu
L’ estremo ritiro verra’
E i nuovi sorrisi
Che ora non desti
Per troppa paura o troppo coraggio
Sveglierai

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuseppe il 01/09/2012 13:29
    la tristezza, la violenza, squote, travolge, resta ferita nei sensi, travolge, la vita d'affanni.
    toccante e complessa vita di tristezza,

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0