accedi   |   crea nuovo account

Eleatica Soffiata al mio Amore pulcino divino

Ofelia si schianta
abbracciando un uranico anello

nei miei Occhi d'Amore


Adamantina celeste eroina

Divenuta folle per inganno

Vieni

Nevrotica ingenua fanciulla


Ero fuoriuscito di Se(n)no

Quando dimenticai quel giorno

di Amarti


Il tuo corpo iride la scienza

Vieni a me

Portandomi nel oblio nel fiume


Raccoglierò il tuo corpo in petali di mandorle
Baciando Amando Sognando
le acque nere prima viril mente scure della morte


Abbracciandoti stretto nelle mie estasi

Memoria

Il Cuore coccolo final mente mi Ritrovo


Intempestivo irruento puro errante


Un porto custodito fra(n)go lino

Da un Angelo fra le Alghe in luce piri piri

Onda piccante Amante

In cavallone marino


Vieni Dama Sirena


Dammi Vita Divina


Anima Mia

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Antonietta Di Costanzo il 12/05/2008 12:06
    bravissimo! 10 è il voto che merita questa poesia.
  • Dora Millaci il 12/05/2008 11:33
    muore ofelia inghiottita dal fiume, cantilenando amorevoli strofe, indifferente all'acqua che la trscina, persa nel suo sogno d'amore infranto. le vuoi dare una seconda possibilità? chissa se shakespeare non sia d'accordo! belle visioni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0