username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Musica del pianto

Tanta acqua cade giù dai miei occhi
ogni giorno,
un vento impetuoso e cattivo
travolge il mio amore
spezzando il suo fragile sonno.
È triste guardare nei suoi occhi
e non vedere me stessa,
voleva soltanto scherzare!
- oh cielo, non capisco mai nulla
Volevo soltanto un abbraccio!
- non capiscono nulla di me.
Rivederla!
Che trauma mostruoso e stupendo
adorare la vita.
Mi ha presa ad un tratto per mano
portandomi al centro di me;
mi ha messa dinanzi al mio cuore
dicendomi: <<Ecco, guarda,
questa è la tua felicità.
Questa sono io. Questa sei tu.>>
Gioia primigenia di esistere,
mi hai condotta fin nel profondo dell'anima
dove risuonano
le musiche che entrambe amiamo.
Spanditi voracemente in me,
lascia che io sia ebbra ed ignara!
Perché te ne vai ancora...?

Lui mi odia.
Che futile errore vivente
sono io per questo mondo!
Fate tutti strage dei miei errori
e cibatevi del mio bel corpo
fin quando non sarà marcito,
ho rivisto la mia musa
e ho la musica dentro di me
Ogni mia lacrima canta
a voce spiegata
un requiem
per la mia giovinezza delusa.

Au revoir!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Len Hart il 23/06/2010 13:59
    Great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • M. Vittoria De Nuccio il 07/08/2009 15:04
    Bella...
  • antonio castaldo il 17/05/2009 20:47
    bella... bella... bella. complimenti e... me la tengo!
    kiss
  • VINCENZO ROCCIOLO il 20/08/2008 12:19
    Mi è piaciuta molto, Licia, in modo particolare l'ultima parte, che trovo veramente bella e intensa.
    Ti rinnovo il mio apprezzamento e il mio incintamento a scrivere, perché hai delle grandi qualità.
    Un abbraccio.
  • Anonimo il 15/06/2008 09:23
    la disperazione è complice del coraggio pian piano i nodi si incontrano e l'esperienza di vita bacierà la tua persona perchè non si è mai vecchi. salcod
  • Anonimo il 31/05/2008 18:45
    La tua giovinezza non è delusa, l'amore insegna costantemente
    Imparando a soffrire si impara ad amare.
    bella poesia sergio
  • Jean-Paul AMENTA il 17/05/2008 20:05
    Bonjour tristesse... amie des jours malheureux... Hélas! Courage, tout de même. Ciao. JP
  • Luca Oberti il 14/05/2008 17:18
    Quanto può essere dolce la tristezza...
    Brava Licia
    Ciao
    Luca

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0