username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Margini di un sogno

E la voce si smorzo’.

Come lucciola di giorno
Scomparve l’animella dentro al pianto
Vicine com’erano le nuvole
Cosi da sentirle sul palmo

Palpitando il cuore le sfuggiva
E l’ingenua e piu’ bugiarda
Voglia di perche’
Passo stridente e le disperse

Limiti scoprirono allora
Che allora insospettavo
Dietro le onde di capelli un po’ piu’ corti
Il tratto definito e ineludibile
Di una realta’ che stomaca
Si strinse

E gli anelati margini sfumati
Piu’ sfumarono
E s’infransero…

Lasciando al cielo
Il vuoto di un oblio
Che ti celo’:

Dietro a una porta chiusa sbattendosi
E chiavi in fondo al mare…

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • roberto volpe il 13/01/2010 02:03
    Molto ben scritta e ben curata anche metricamente
  • Fiscanto. il 20/10/2009 00:49
    bella
  • Ivan Bui il 03/09/2009 19:54
    ... versi delicati, eleganti, i sogni sfumano, ma la ricerca continua, basta non stancarsi, si trova sempre qualcosa o qualcuno per cui vale la pena insistere. Sono capitato per caso, un incontro piacevole...
  • francesca morosi il 14/05/2008 11:49
    stelline molto apprezzate prof! Sai che per certi sogni ho ripescato poi la chiave, se hai tanto fiato ce la puoi fare... Un abbraccio, FX

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0