PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un viaggio in Dio alla Gerusalemme Celeste

Il mio cuore è uscito da UR

Dalla Sum erica città

con Te mia sorella
Anima e sposa

Avvinghiato
Umilmente obbediente alla tua v o c e

Verso una terra promessa
Sarà Sacra Sara

In un bacio a due
A bramo di Te.. o Signore

Con Fede
Ad occhi chiusi

Con Rispetto
Senza toccarti

Con speranza
Senza udire

Con passione
Senza gustarti

Sposandoti
Senza veramente conoscere

Mentendo
Per Salvarci la vita

Tradendoti
Per aver un Figlio

Sacrificando
Per onorarti


Il mio corpo
È la tua anima

La tua terra
La mia patria

Il tuo mare
Il mio desiderio

Il tuo cielo
La mia estasi

Il tuo universo
Lo porto nel mio Corpo di Luce

Cala un sipario
Non si concedono repliche

Il teatro esplode


Gerusalemme Celeste

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Grazia Denaro il 31/01/2012 23:59
    Quanto amore nei tuoi scritti!
  • Annamaria Ribuk il 15/05/2008 11:09
    ... quanto sublimo Amore...!!!!!!!!!!! An
  • Anonimo il 14/05/2008 10:33
    Serenità nel cammino verso Dio. Grazie Capitano. n
  • Dora Millaci il 14/05/2008 07:34
    quello che è successo in questi giorni attraverso questo sito scandaloso mi ha profondamente disgustato. Qui si vive l'assoluto diprezzo per la poesia e per l'essere umano. Condivisibile la scelta di tale Sophie M.. di eliminare il proprio accaunt dal sito. Tutto così patetico e disgustoso. Ex Caterina Rovello.
  • Dora Millaci il 13/05/2008 20:45
    torna presto, se puoi.
  • Dora Millaci il 13/05/2008 18:29
    ... quanto dolore! torno a lavoro... alla vita che c'è al di qua... dello schermo... al di là dello schermo tanta poesia sì, ma anche tanta solitudine, incertezza, desiderio di colmare un vuoto con altri vuoti dove echeggiano parole, che si perdono affievolendosi pian piano dopo l'urlo iniziale. ciao vincenzo... cala il sipario... e il teatro esplode. bum

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0