accedi   |   crea nuovo account

Nell'infinito spazio

IL buio affronta la luce
nel vuoto nascosto.
Fragorose le cascate del reale
cosi irreali nel silenzio
si trova un seme d'oro
d'un nascosto mondo
che ha porte d'essenza
non catturabili
eppure presente.
Il desiderio mi trasforma
in aria
in vento
in soffio di follia imprigionata.
Spazi infiniti
s'affondano nel buio
inanellando pensieri.
La mano racconta
all'occhio la luce che non vede.
Mi dondolo all'infinito
verso il nulla.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 17/01/2012 15:59
    Poesia che esamina in maniera profonda il mondo che ci circonda e l'Io che in Esso vive.

4 commenti:

  • andrea forgione il 30/09/2008 00:17
    brava patrizia le mani raccontano sempre...
  • Anonimo il 14/05/2008 23:08
    Eccomi Patrizoa come promesso, qui a leggere le tue poesie, inizio con quest'ultima...
    il desiderio mi trasforma in aria, vento in un soffio di follia imprigionata... Bel verso, complimenti
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0