accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Un po' di luce sta rischiarando le cime delle montagne, il sole risorge lentamente, io riscopro il piacere di fare una passeggiata, provo stupore per un tramonto e per l'arcobaleno dopo un giorno di pioggia.
Sì, la pioggia: ricordo quando ero ragazzino e mi piaceva stare sulla soglia del portone di casa nelle sere di primavera, sentire l'acqua scorrere nelle strade e i profumi che portava con il risveglio della natura; spesso venivo invaso da un brivido, ma non era freddo: solo emozione... quella stessa emozione che vorrei ritrovare alla fine di questo impervio sentiero...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • andrea venturi il 30/10/2008 16:26
    tu sei una nostra amica sembra che a primavera ( verso maggio) Cinzia voglia oranizzare il raduno di poesie e racconti a Roma forse io ci potrò andare, sarebbe un occasione per conscerci conte e tutti gli altri.
  • claudia checchi il 29/10/2008 22:02
    si mi sono accorta, infatti in un commento ti ho messo che mi chiamo claudia
    ma e' un dettaglio non e' certo una cosa importante, fa niente Andrea.
    ti ritengo una persona speciale e le tue opere parlano di cio' che hai passato
    sulla tua pelle. le leggo con molta attenzione e i commenti sono sinceri,
    li faccio volentieri non devi ringraziarmi, sarei più felice diventare amica
    tua e di Rita. un caro saluto..
  • andrea venturi il 29/10/2008 18:23
    scusa fino ad ora ti ho chiamato carla, Grazie di nuovo Claudia per i tuoi commenti mi fanno piacere.
  • claudia checchi il 29/10/2008 17:21
    bella veramente.. bravo Andrea..
  • andrea venturi il 20/08/2008 11:47
    si luciano io amo molto la natura e mi piace ascoltarla e assaporare i profumi che emana è bello mettersi in silenzio e ascoltare la natura.
    ciao
  • Luciano Sansone il 20/08/2008 11:33
    Vedo, Andrea, che pian pianino ti sei avvicinato quella piccola luce ed ora stai assaporando i profumi, ascoltando i rumori della natura.
    Forza Andrea, l'impervio sentiero sta per finire, manca poco.
  • sabrina balbinetti il 13/07/2008 22:42
    solo dopo un brutto temporale ci si accorge quanto siano importanti le cose semplici e quotidiane. Anche io ho avuto la mia burrasca l'ho chiamata Roger
    penso di mandare la mia poesia che parla della mia malattia (cancro al seno)se vuoi puoi leggerla. un abbraccio sabrina
  • Cinzia Gargiulo il 17/05/2008 09:35
    Accade che presi dalla quotidianità ci sfuggono tante belle cose che normalmente sono davanti a noi ma poi improvvisamente le vicende della nostra vita ci portano ad aprire gli occhi e a "ri-conoscere" il vero significato di ciò che ci circonda e tutto per noi acquista una nuova e più profonda dimensione.
    Continua a scrivere ci sta a cuore la tua evoluzione, qui siamo una bella comunità ...
    Un abbraccio...
  • andrea venturi il 16/05/2008 18:15
    Ciao Cinzia, ti ringrazio per aver esattamente interpretato quello che volevo trasmettere... avrai ormai capito che sono molto sintetico nello scrivere,
    e ti voglio dire che condivido con te il fatto che proprio dopo un periodo nero
    si apprezzano le piccole cose della vita, che normalmente ignoriamo...
    un saluto, Andrea
  • andrea venturi il 16/05/2008 18:06
    Ciao Adamo, grazie per il tuo commento e per la tua vicinanza...
    Andrea
  • Adamo Musella il 16/05/2008 00:45
    Così limpido e incoraggiante questo invito... siamo su quella soglia... ti vediamo a guardare e a disegnare con gioia un sentiero forse nuovo... ti siamo a fianco e lo percorriamo con il sorriso di una bella giornata Molto bravo Andrea ad evocarci un'infanzia comune
  • Cinzia Gargiulo il 15/05/2008 23:47
    Il sentiero è impervio ma l'importante è che ci sia la luce, vedrai che a poco a poco diventerà sempre più intensa.
    Qualche volta sono proprio i periodi difficili che attraversiamo a farci tornare ad apprezzare le piccole grandi cose che la vita ci offre, così una passeggiata o un tramonto diventano motivo di grande gioia.
    E la felicità in fondo sta nel saper cogliere queste piccole emozioni.
    Non importa se sia prosa o poesia questo scritto è bello perchè è ricco di emozioni vere, grazie per averlo condiviso con noi.
    Un abbraccio...
  • andrea venturi il 15/05/2008 21:01
    forse ho sbagliato a selezionare il genere, ma l'importante è il contenuto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0