accedi   |   crea nuovo account

Il sentiero

Cosa disperatamente cerchi, oh forestiero?
Su per questo buio, ripido e solitar sentiero,
ove la solare luce più non posa
e ogni passo costar fatica è cosa.
Non oltre andar ti son sincero,
non inoltrarti ancora,
nel cieco tuo viar non v'è
nè tempo, nè cosa ed ora.

Ch'io son? Io son colui che dice
ed il mio dire è puro,
tutto mutato s'è al mio passare,
e vano è pel tuo sguardo ancor cercare.
Indietreggia allora,
lascia questo solitar sentiero che a nulla porta,
vivi l'ora che t'è data ancora,
ascolta il Tu, che Tu sei stato...
e qui lascia il tuo passato.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara rota il 26/08/2008 07:28
    Lasciarsi dietro un passato certo per percorrere la via dell'ignoto... interessante.
  • Pablo X il 10/06/2008 23:35
    Bella, è difficile trovare poesie di questa qualità su questo sito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0