PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono 500 la metà di 1000 alla Cenere di Una notte perduta

Nuvole nere tempestose in cielo

Non c’è vento alcuno

Sono giorni plumbei di piombo


Nel Sito m’incuneo ho quasi freddo

Attenti al zanne del mostruoso lupo

Giulio in Giulia in papalina gelata bianca

Nella Villa viola inviolata michelangiolesca dell’Agnus Dei


Merry mery  mavì mavì  holy holy big john


Guardo la scarpina d’invisibile cristallo

Accarezzando per mano

L’alchemico cabalistico Sogno per un attimo d’istante


Nessun piedino rosa lindo spinoso all’orizzonte

Appare fra i sassi di luna ed i monti venerei del Sole

Della  mia lunghissima Vittoriosa Fornace


La Pia Aurora si libera in luce

Ode in onde Fe rina

Sarà argento oro bronzeo

L’allegro cacciare cinto di Alloro

Dall’alfa al Omega


Tornerà

Nel  carmen temporale rosso angelico

Il Serpente drago Ribuk di un Mastro giovane giordano

1234

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Michelangelo Cervellera il 16/05/2008 23:32
    Io creodo al caos (nella mia mente soggiorna stabile) ma il tuo non è caos ne tantomeno caso, mente lucida la tua (di follia)? (speriamo almeno un poco). Fantastica!
    Michelangelo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0