accedi   |   crea nuovo account

La festa degli alberi

Una pianticella in un vaso, dice alla vicina,
io sento speciale per noi questa mattina.

Un’altra piantina afferma, di aver visto più persone,
scavare buche in terra e lasciarvi un bastone.

Un piccolo ciliegio aggiunge:

questa operazione, è per noi molto importante,
perchè permette alle radici di entrare nella terra,
e farci diventare al più presto vere piante;

svilupperemo un bel tronco, molti rami e una gran chioma,
e chi si riposerà all’ombra delle nostre verdi foglie,
scaccerà la fatica, e del camminar gli torneranno tutte le voglie.

Poi a primavera sbocceremo fiori colorati, profumati e
saranno dalle api, bombi e altri lor colleghi,
felicemente visitati.

Quindi ogni insetto, di polline vestito, sarà fecondator dei nostri fiori
e, così produrremo frutti, dolci, sani, e belli da vetrina, .
che come vuole l’evoluzione, saranno di sicuro meglio dell’anno prima.

A noi non importa, chi farà col nostro frutto, la sua colazione,
Il nostro scopo, è di migliorare e diffondere la specie, e nessun' altra funzione.

Per questo, ci trapiantano nel libero terreno,
ed il bastone ivi lasciato, serve a noi come sostegno

Vispi sono quegli scolari, accompagnati dai loro maestri,
che ci guardano curiosi con i loro belli occhi desti,

altri ragazzi sembrano riflettere, sulla funzione clorofilliana,
con la quale noi alberi, si produce e si regala, aria pulita, fresca e sana.

Quindi faranno promessa, di voler bene, ad ogni forma vegetale,
e di osservar tutte le regole, anche se sono tante,
che difendono, noi boschi e la vita di noi piante.

Ed oggi dunque l’uomo che ha dedicato festa agli alberi esistenti,
parla di noi ai figli suoi e, gli dice che sia lui stesso e gli animali tutti,

12

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 17/05/2008 19:52
    Stupendo albero di vita.. in clorofilliana luce... per cellule bambini..

    Big one atomico
    v
  • Michelangelo Cervellera il 17/05/2008 10:59
    Lodevole, ma distruggono per interesse come rendono schiave le persone per lo stesso motivo. Il dio denaro è il padrone nelle nostre società capitalistiche. Altro non esiste, pochi se ne rendono conto, gli altri delegano e lasciano fare. Michelangelo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0