username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Timore e Tremore in purificando alla gioia divina

Sono il tuo Amante

il Vento radioso

Albeggio nel albergo spento del tuo  cuore




L’acqua pura della Sorgente

corrente tempestosa nell’ Oceano

Su spiagge dalla sabbia incantata

In castelli arrendevoli alle onde del destino



Il bambino ridente gioca

libero fra i raggi del Sole


L’uomo affamato piange in un angolo

Della strada incrociando il proprio sguardo

Negli occhi della  affamata morte


Nel profumato tramonto del fiore calante

l’alba a occhi  in  roccia levante

miagola il gatto d’incessante eclissante

Dal Sapore di stelle infinitamente lontane raggelante

In tocco vellutato di carezza sognante consolante


Mi troverai

Tuo Amante


molto assente

Per essere presente

1234

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Paolo Villani il 06/12/2015 10:15
    Molto ben scritta, contiene parole molto belle. Unica nota negativa a mio parere è l'eccessiva brevità dei singoli versi.

3 commenti:

  • Fabio Solieri il 04/03/2013 20:40
    Credo che un sogno così... L'ho vissuta come in sogno... Estasi alla gioia divina.
  • aleks nightmare il 18/12/2008 15:48
    Poesia esaltante!!!
  • Rodica Vasiliu il 17/05/2008 17:24
    Quante volte ancora mi farai credere che sei solo un poeta per caso?
    Sei come un diamante con tante fac(c)e, sempre da scoprire e ammirare!!
    Un abbraccio, Rodica
    5 stelle!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0