PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

FINO A QUANDO

Ecco...
ti regalo l'ultimo capello
reduce ai deliri
programmati
che ti sono riusciti
poi...
darò fiamma all'anima
che hai saputo
nello strazio... allevarmi

Dovevi pur dare un nome
al tuo guinzaglio
scegliesti il più comune
per confondere anche questo
... amore...
un cappio a rivoltarmi gli occhi
da esibire a suppliche
di vanto

Mi dicesti...
ho avuto tanti cani
e ricordo solo i muti
e quelli che abbaiavano troppo
tu bastardo sei stato poeta
tra i versi hai sussurrato
il mio nome
ti farò pagare
la combinazione
che mi ha aperto il cuore

Io..
stasera ti sostituirò a pezzi
.. di ogni donna ti incollerò
un suo pregio d'incanto
per amarti fino a quando
ti specchierai nei miei occhi
senza riconoscerti
----------------------------------
Da:Vite tremule
www. santhers. com

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • sara rota il 07/04/2007 23:29
    Poesia piuttosto cruda, spero non autobiografica. Complimenti, mi è piaciuta.
  • Nella Bernardi il 06/04/2007 14:21
    sto scegliendo opere a caso e sono molto fortunata, questa non l'avevo mai letto, tanto bella, ciao Nella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0