PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Immagina che la gente viva al presente A Luciano Bovina

         

  
Guardando il cimitero di Sarajevo


Attraverso le tue fotografie

scritture donanti luce


Vedo una città ricostruita

In innumerevoli torri gemelle bianche


Ne escono fuori morti viventi

Attori  in maschere

Denutriti fantasmi in abiti neri


Usciti in fiamme

tenebrosa mente lugubri

Da profondo rosso  inferno


La civiltà è ancora


Una Sposa in lutto

Un Bambino non nato



Un macabro passeggiare

In Case devastate dall’uomo



I loro occhi incivili

sanno

Nel fragoroso urlo del vento

12

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 21/05/2008 14:29
    Sublime tu, ma anche Bovina è sul Vascello universale da tempo...
    nel
  • Annamaria Ribuk il 21/05/2008 10:46
    ... beato chi ha compreso questa semplece verità ... unica! Ann

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0