PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Odissea

Fosti schiavo felice di Bacco.

Diffidenza adulta
presto rimpianse
l'ora innocente.

Hai cercato sollievo
negli occhi di Venere:
la luce fu viola.

In città di specchi
hai gonfiato la spalla solenne:
fu attesa di nulla la vita.

Ora
deriso dai giorni
la curva ombra
trascini.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Patrizia Cremona il 21/05/2008 23:54
    Bella, pensieri pericolanti ansiosi di luce... moto soggettiva di un mondo
    nascosto... complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0