username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cosa Sono Diventata Per Te?

Cosa sono diventata per te?
Un porto calmo dopo una regata..
Il calore di un focolare,
dopo una fredda giornata..
Cosa sono diventata?
Il dopo,
utile e necessario.
Ma qui si parla d'essenza,
non di divenuta..
al mondo contiamo
per ciò che siamo:
dopo, per ciò
che diveniamo.
Cosa sono diventata per te?
Un gioiello da custodire,
Il più bel gioiello,
Il più prezioso..
Tanto da lasciarlo
da parte.
Attorno a me
non vedo ormeggi,
non scorgo marinai
nè avverto l'odore del sale:
non sono porto
per la tua nave,
non sono calore
di una fiamma
poichè non avverto freddo..
se non dentro di me.
E non guardarmi con
quegli occhi.
Anzi..
Non guardarmi più.
Osservami.
Come una volta..
E vedrai grandi
onde infrante...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Anonimo il 18/04/2011 19:51
    Molto piaciuta, brava
  • Ruben Reversi il 09/08/2009 12:05
    versi intensi e struggenti... per un dolore ancestrale nell'anima dove si ricerca l'essenza
    di un amore dimenticato. Brava. Ruben
  • Ezio Falcomer il 15/07/2009 09:18
    struggente
  • alberto accorsi il 13/06/2008 14:42
    Aggraziata. Plastica. Efficace.
  • sara rota il 24/05/2008 16:52
    Poesia intrisa di malinconia e tristezza. piaciuta
  • Vincenzo Capitanucci il 24/05/2008 10:28
    Come una volta.. grandi onde tempestose infrante.. nei tuo occhi.. di passione

    Bellissima
    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0