PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

sorriso

Sponda di paradiso,
sfiora l'animo infante
riflesso di un sorriso
e rido in un istante.

E sento rimembrar
le voci chiare d'un passato
respiro caldo un po' salato
voglio un uovo ritoccar.

Nuvole di cioccolato,
rossastre nel palato,
sento nel cielo stellato,
il mio piangere e sognar.

Dolci uccelli neri,
fugaci croccanti sentieri,
voi siete i miei pensieri,
leggeri vi sento passar

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Anonimo il 06/02/2011 03:34
    Ciaoooo Adriano, la tua poesia e molto carina e mi piace un casino! Complimenti... 10 e lode!!!
  • Adriana Bordin il 02/04/2007 10:23
    Che bella questa poesia... fa provare vere emozioni...
  • Adriano Di Carlo il 15/04/2006 17:27
    devo essere sincero non mi sarei mai aspettato che in una poesia 100 persone mi leggessero e 14 votassero la mia poesia. ringrazio tutti, soprattutto jacopo che con la sua poesia capolavoro non ha vinto. ciao
  • michele marra il 15/04/2006 07:57
    Una bella lirica ed un grande augurio per la Pasqua
  • Adriano Di Carlo il 13/04/2006 13:02
    adesso non diciamo fesserie!! è vero ho vinto, ma la poesia di jacopo è cento volte + bella e + profonda, è un caso che io abbia vinto
  • Adriano Di Carlo il 11/04/2006 21:17
    Questo suo sapore nella bocca lo avvolge, e sente i suoi pensieri passati, che lo stringono per un attimo, prima di volare via come gli uccelli che vede al tramonto. rivede le sue scelte, le sue strade, e vola nel cielo, prima nel tramonto, poi nella note e di nuovo nell'orizzonte, dove gli uccelli spariscono e si sente solo ciò che rimane, il gusto dolce di cioccolato che ci espande fino alle sponde del paradiso.
  • Adriano Di Carlo il 11/04/2006 21:13
    il sorriso è il mezzo di comunicazione con il quale viaggia nel sapore del cioccolato dell uovo di quando era bambino. pensa al tramonto, che cala su di lui, il quale si mescola con ingordigia al sapore nella bocca.
  • Adriano Di Carlo il 11/04/2006 21:12
    questa mia poesia parla di un uoo immerso ne l suo passato, nelle antiche sensazioni gusti e pensieri per un attimo vicini, ma solo per un attimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0