accedi   |   crea nuovo account

Un incontro

Trai ruderi esumati d’una città sepolta,
come innamorati vagammo un’altra volta;
i muti luoghi empiami di grande batticuore,
la nostalgia tornava dell’antico amore:
giorni di sogni arcani, bei di carezze e baci,
momenti ormai distanti mi riportavi tu.
Acrobazie, astuzie, di quelle più audaci
per passare un’ora lontano dalla gente:
sovrani, unici padroni del regno gioventù.
Quando l’amor gioiva per poco o quasi niente
ed ogni bacio timido sembrava sconveniente.
Ormai dimenticata, svanita dalla mente,
spuntare all’ improvviso è stata un’emozione
piacere e stordimento da togliermi il respiro,
ma anche amarezza, rimpianto, contrizione.
Meglio sarebbe stato evitare il giro,
staccati, superarci, restando sconosciuti,
per non sentir parlare la luce dei tuoi occhi,
scintillante dire: <come siam stati schiocchi>.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Aedo il 29/09/2009 19:52
    L'amore è sempre un'emozione infinita, anche quando si esaurisce. Bellissima poesia!
    Ignazio
  • gabriella zafferoni sala il 29/09/2009 08:32
    sì, dolce, amara, triste, sfuggente, anche un po' cattiva nei propri confronti
  • lily moon il 22/04/2009 14:12
    Struggente.. malinconica... a tratti dolce... mi piace.
  • Annamaria Ribuk il 17/12/2008 18:49
    ma perchè sciocchi????... lasciamoci andare... viviamo l'attimo... la vita è fatta di attimi... bellissima... Ann
  • Adamo Musella il 27/08/2008 00:42
    Quel tornare indietro, quel sogno sospirato ci rende ancora vivi, possiamo pentirci e sentirci ovvi, ma quel meraviglioso sentimento ci ha consegnati nuovamente all'amore passato. Che meraviglia di poesia Ugo l'arte scorre nei tuoi versi ciao
  • augusto villa il 13/07/2008 17:42
    Intensissima... veramente bella... L'ho letta... ed alla fine ho sospirato...
    Toccato!... Bravissimo, complimenti...
  • Cinzia Gargiulo il 12/07/2008 09:32
    Con questa poesia ci porti indietro nel tempo, quando anche "un bacio sembrava sconveniente" e proprio per questo aveva il suo valore.
    Versi eleganti, soavi, nostalgici che ancora una volta ci donano forti emozioni.
    Un abbraccio...
  • Anna G. Mormina il 06/07/2008 16:49
    Caro Ugo,
    l'amore non ha età, e in amore non si è mai sciocchi...
    ... è una poesia dolcissima questa!... i miei complimenti e il mio affettuoso abbraccio!
  • Paola Reda il 10/06/2008 20:59
    Ritornare in luoghi che credevamo dimenticati, scoprire ricordi ancor vivi nel cuore e nell'anima ci procura una nostalgia gioiosa e triste allo stesso tempo. Una stradina, un rumore, una canzone, un profumo... perchè tutto passa così in fretta?
  • Anonimo il 03/06/2008 13:21
    Mi ricorda una serata in cui abbiamo dimenticato di dirci "l'ultimo verso", forse ci sarebbe piaciuto essere sciocchi, ma non abbiamo avuto coraggio di osare.
    nel
  • Anonimo il 24/05/2008 23:21
    Quale purezza la tua poesia Ugo. Rileggerti per me è un po' riaprire l'antologia dei poeti italiani del '900 "... quando l'amor gioiva per poco o quasi niente e ogni bacio timido sembrava sconveniente.."
  • Anonimo il 24/05/2008 16:48
    che musicalità Ugoamore da togliere il respiro. ciao salcod
  • Vincenzo Capitanucci il 24/05/2008 11:29
    Bellissima.. emozione... batti... oh cuore.. nella luce dei suoi occhi... in un incontro scintillante... improvviso...

    Con stima
    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0