username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A Gravinia... la fine di due cuori...

All’improvviso svaniti
Chi sa dove ormai finiti
Ciccio e Tore son caduti,
I corpi in un pozzo, lì seduti,
ma il mistero è verità
che salire a galla non potrà,
una madre senza lacrime
in questo Mondo di cattive anime!
Nessuno li ha baciati,
nessuno li ha salvati,
nessuno li ha sfiorati col sorriso
di un cuore un po’ pentito!
E tutti qui, qui su questo corpo,
qui senza rimorso,
con un pianto scarso!
Ma per molti, il loro dolore
Non ha alcun valore
E nessuno ha avuto il cuore
Per dargli quell’amore,
Quell’amore che gli spetta,
quello che mi fa sentir protetta!
Tragedia senza fine
senza cura di bambine,
questa Terra che ci affligge,
senza legge,
non c’è giustizia,
non esiste la vera amicizia…
ma che Terra è?
Ma che senso ha ormai vivere…
Nell’anima te lo devi scrivere
E in un fiume di lacrime,
vale solo essere le prime!
Accusato il padre,
accusata la madre,
accusiamo il crudele destino
che ha fatto morir non solo un bambino,
ma soprattutto accusiamo noi stessi
perché a proteggerli non ci siamo mai messi!
Indietro non si torna
I resti son chiusi in un’urna
Ma interroghiamoci il cuore,
scopriamo se c’è ancora un po’ d’amore!
Prima che tutto intorno a noi muore…
Le parole sono come spade,
il nostro tempo quasi scade,
scopriamo quest’amore che resta
o come vita ci rimane questa!

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 24/08/2015 05:26
    Molto apprezzata questa tua... complimenti

6 commenti:

  • anna marinelli il 03/01/2012 12:06
    leggo solo oggi questa tua bella lirica denuncia e l'ho molto apprezzata.
  • Raffaele Arena il 13/09/2011 15:50
    Straziante fatto vero, traslitterato grazie al tuo sentimento e alla tua capacita compositiva. Complmenti! E che tristezza!
  • Barbara Abenante il 29/03/2009 14:31
    grazie...
  • Claudio Amicucci il 21/12/2008 21:50
    Brava Natasha, non solo per il ricordo dei due piccoli. Sono i sentimenti che esprimi che fanno di te una persona sensibile, aperta al mondo dell'arte e della poesia, al mondo dell'amore, quello con la A maiuscola. Ti abbraccio Claudio
  • Anonimo il 25/05/2008 21:47
    fiamme degl'inferi ardete e alimentatevi sin che chi ha scippato la giovane vita di due innocenti finisca per essere vostro prigioniero, visto che la giustizia dell'uomo non vi ha posto rimedio. bravissima Natasha che in poesia hai ricordato tore e ciccio. ciao salcod
  • giuliano paolini il 25/05/2008 16:05
    nessuno sa perche' ma chi sta qua puo' proporre mille ragioni per gioire o altrettante per disperarsi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0