username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Passepartout

Ero stanco e vecchio
Traslocato negli angoli della stanza
dove le ombre avanzano prima della luce
Ero diventato ora
Inevitabilmente meno colorato
crepate le mie speranze visive
Quasi rassegnato al riposo

Quando mi sono ricordato
Linee ancora rette con angoli
Il colore intenso di contrasto
di chi mi stava attorno.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Raju Kp il 23/08/2010 00:27
    grazie Sabrina..
  • Anonimo il 13/08/2010 13:25
    All'insegna della profonda riflessione, hai scritto un bellissimo brano
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 12/07/2008 23:15
    molto riflessiva!!! niente da eccepire bravo
  • Raju Kp il 26/05/2008 20:58
    Ciao Giacomo e Vicenzo, sempre al vostro namaste mi inchino, grazie di vs troppe considerazioni,
    Anche a giuliano un saluto, porto una storia di un quadro ormai vecchio che gira per i angoli poi con una nuova passepartuot, viene riportato magari in mezzo la stanza, .. questo riflesso nella vita.. ci insegna.. forse., chi ci sta attorno ha un grande valore anche se ci sono dei contrasti...
  • Vincenzo Capitanucci il 25/05/2008 19:34
    Stanco e vecchio.. quasi rassegnato a vivere fra le ombre... ma poi una luce ricorda.. l'importanza dei contrasti... di fasi alterne... e s'illumina una pietra d'angolo... la svolta ed il fondamento..

    Namaste
    v
  • giuliano paolini il 25/05/2008 16:56
    ben fatto luce che ci ricordi che fatica fai e di tanto in tanto lasci per riposarti il giusto spazio alle tenebre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0