accedi   |   crea nuovo account

Uomo in carriera

Buongiorno uomo in carriera
che ti svegli presto al mattino
per non perdere il treno
che ti porterà al lavoro.
Colazione veloce
e poi via,
è ora di andare,
senza neanche salutare.
Adesso che sei in ufficio,
pensi a quel bacio
che non hai dato a tua moglie
e neanche alle tue figlie.
Ma ora non c'è tempo,
devi concludere gli affari,
non puoi pensare alla famiglia,
non ti puoi cullare sugli allori.
Guadagnare, guadagnare,
questo il tuo scopo;
produrre, produrre,
ciò vuole il tuo capo.
Dopo un giorno
passato a lavorare,
a casa fai ritorno,
e non ti va neanche di parlare.
Le voci fragorose
delle tue piccole rose
sono ora fastidiose.
Povere stelline,
che ti danno tanto amore,
ma per te,
fanno solo tanto rumore.
Povera stella,
che un tempo era più bella,
era quella che fra tante
ti sembrava la più importante;
ed ora è solo una voce
che rompe la tua pace.
Povera donna,
che continua ad amarti,
invece di odiarti;
che non smette di sperare
di aver posto fra i tuoi pensieri;
spera ancora che tu torni
l'uomo che eri,
l'uomo che l'amava,
l'uomo che la coccolava,
l'uomo che non dimenticava.
Si acorge ora in un minuto
che tutto ciò
che aveva costruito

12

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • TIZIANA GAY il 26/05/2008 11:53
    È vero tante voolte l'ambizione ad avere di più ci fa dimenticare di quale ricchezza abbiamo vicino!
  • Vincenzo Capitanucci il 26/05/2008 09:53
    Stupenda.. Maurizio... descrizione perfetta della vita frenetica.. alienante di oggi... liberiamoci dall'uomo in carriera... siamo in una grande prima vera..

    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0